Sono impietrito per la morte di Antonio Megalizzi, l’Europeo.

Antonio Megalizzi è morto. Il giovane giornalista radiofonico era stato gravemente ferito nell’attentato ai mercatini di Strasburgo. Il ragazzo, originario della Calabria ma cresciuto a Trento, ha lottato per tre giorni tra la vita e la morte nell’ospedale della città francese.

Megalizzi aveva 28 anni ed era appassionato di Unione europea e giornalismo. Era a Strasburgo per seguire l’assemblea plenaria del Parlamento europeo. Era volontario di Europhonica, primo format radiofonico universitario internazionale che segue le attività dell’Europarlamento. Il giorno della tragedia stava passeggiando nell’area dei mercatini quando Cherif Chekatt, l’attentatore ucciso dalle forze speciali nella serata del 13 dicembre, gli ha sparato.

Speravo tanto che ce la facesse, abbiamo tanto bisogno di giovani così e la sua morte è tanto ingiusta. Ci mancherà Antonio e non sarà facilmente sostituibile. Un percorso di formazione simile esige anni di studio ed esperienze tali da sedimentare convinzioni solide. Penso ad Altiero Spinelli e i nomi di tanti Padri dell’Unione mi vengono in mente. Lo accoglieranno bene ma la sua assenza ci priva di un’intelligenza lucida e tanto necessaria in questi anni bui.

Voglio credere che il suo nome sia da esempio per tanti giovani disorientati e privi di un credibile disegno di futuro. Per quanto mi riguarda, a Maggio andrò a votare nel nome di Antonio coltivando passioni e speranze che spero condividano in tanti.

Alla famiglia e agli amici vada la nostra vicinanza.

Da Strasburgo, foto di Uccio Carta. Omaggio a tutte le vittime dell’attentato.
Article précédentGli occhi, l’olio e la piuma
Article suivantLibri per ragazzi e bambini più piccoli. Natale 2018.
Giovanni Perrino
Giovanni Perrino è nato a Palermo e vive a Mantova. E’ stato docente di italiano e latino nei licei e poi Dirigente Scolastico con vari incarichi ministeriali all'estero sia in Commissione Europea che in sedi diplomatiche. L'esperienza più lunga a Mosca dove fino al 2010 ha diretto l'Ufficio Istruzione dell'Ambasciata in cui si è occupato di diffusione della lingua italiana nelle scuole e nelle università della Federazione. Presiede l’associazione territoriale dell'A.N.P.I. "U. Roncada", in provincia di Mantova e si occupa di poesia dal 2003. E’ autore delle seguenti raccolte: Malastrana, Ed. All’Antico Mercato Saraceno,Treviso 2004; Ellis Island. Poesie dopo l’11 settembre, Interlinea,Novara 2007; Dorso d’asino –Possibili rallentamenti, Interlinea, Novara, 2012 ( Premio Lerici, 2014); Liturgia degli anni, Ed.Raffaelli Rimini, 2018

LAISSER UN COMMENTAIRE

Please enter your comment!
Please enter your name here

La modération des commentaires est activée. Votre commentaire peut prendre un certain temps avant d’apparaître.