Da Venezia a Firenze il De Sica porta in alto i valori della Basilicata

Alla Mostra del Cinema di Venezia anche in questa 75^ edizione dalla Basilicata il CineCLub “Vittorio De Sica”–Cinit ha accreditato giovani appassionati di cinema, nuclei familiari, tutti iscritti all’Associazione e provenienti da diversi Comuni: Rionero, Barile, Lavello, Matera, e questa è la 22 volta che non meno di venti persone approdano alla prestigiosa Mostra con il De Sica, diretto da Armando Lostaglio.

Di destra a sinistra Prescillia Martin, regista del film Aspettando i barbari, Oreste Scalzone e Armando Lostaglio

Lunedì 3 settembre, nella Sala Pasinetti del prestigioso Palazzo del Cinema, il De Sica ha presentato il film « Aspettando i barbari » (En attendant les barbares) scritto diretto ed interpretato dalla giovane parigina Prescillia Martin. Ad accompagnare il film, insieme ai produttori: il lucano Francesco Di Silvio e Gilles Sandoz (parigino), presente anche l’intellettuale Oreste Scalzone, il quale fa parte attiva del film con il proprio racconto (da cantastorie con fisarmonica) degli anni della contestazione giovanile in Italia scaturita dal Maggio francese del 1968. Un film per certi aspetti difficile, nel quale la giovane regista ha messo in luce il confronto fra la generazione dei giovani di 50 anni or sono e i giovani di oggi, spesso non abbastanza partecipi delle vicende politiche che si agitano intorno e nel mondo.

Il 5 Settembre 2018 (ore 10.30) presso l’Hotel Excelsior si è tenuta la Conferenza stampa di presentazione del XXI RELIGION TODAY FILM FESTIVAL « NUOVE GENERAZIONI », in programma a Trento dal 4 all’11 ottobre, che mette i giovani al centro del dibattito. Parteciperanno al Festival di Trento ben 62 film da 28 Paesi del mondo, selezionati tra oltre 450 opere. Come da tradizione, al Festival di Trento si esplorano credenze, attese e valori delle « nuove generazioni », storie di migrazione e di dialogo interreligioso e lo sguardo « religioni con occhi di donna ». Alla conferenza durante la Mostra di Venezia son intervenuti: ANDREA MORGHEN direttore artistico Religion Today Film Festival, Mons. LUIGI BRESSAN Arcivescovo emerito di Trento, LIA GIOVANAZZI BELTRAMI Leone d’Oro per la Pace 2017, AHMED ZAMAL, direttore del Dhaka International Film Festival, ARMANDO LOSTAGLIO critico cinematografico che sarà Presidente della Giuria internazionali del Festival a Trento.

E sempre durante la 75 Mostra di Venezia, il De Sica ha presentato l’iniziativa del produttore Francesco Di Silvio, lucano per radici ma parigino per attività, che ha lanciato la sua idea di realizzare nel suo Comune di origine, Palazzo San Gervasio (Pz), una struttura di produzioni cinematografiche e di scuole di cinema per contribuire concretamente alla crescita del territorio. Secondo Di Silvio sarà una realtà che potrà assumere carattere innovativo e di assoluto interesse soprattutto per le produzioni straniere che avranno modo di investire e produrre, facendo leva sulle proprie conoscenze che in quasi venti anni di intensa attività hanno prodotto notevoli ed indiscutibili risultati. Alla presentazione per la stampa, sul Lido, hanno preso parte l’assessore alle attività produttive del Comune altobradanico Livio Buonconsiglio, il quale, a nome dell’Amministrazione, ha colto la ulteriore luce nel campo della cinematografia. La prima pietra sarà posta nelle prossime settimane con la possibile presenza del direttore della Mostra di Venezia Alberto Barbera.

E dopo Venezia, il CineClub De Sica ha preso parte a Firenze il 10 Settembre nella Casa del Cinema (Sala La Compagnia) alla III edizione della SETTIMANA LUCANA – « LA BASILICATA ALLA CORTE DEI MEDICI” promossa dalla ASSOCIAZIONE CULTURALE LUCANA FIRENZE, presieduta dall’avv. Luigi D’Angelo con la direzione artistica di Gianluca Rosucci. Alla presenza di oltre 200 persone, il CineClub « VITTORIO DE SICA” Cinit, con la Toscana Film Commission, ha presentato la Rassegna di Cinema BELLEZZA E SPIRITUALITA’: il cinema e il territorio, la storia e l’arte.

Bellezza e spiritualità

Una doppia proiezione alla presenza dei registi Felice Vino e Armando Lostaglio (autore e critico cinematografico) accompagnati dalla performance live dell’artista lucano Vittorio Vertone e dall’attrice Chiara Lostaglio che ha letto brani di Giustino Fortunato tratti da “La Badia di Monticchio (1904), nel 170° anniversario della nascita. Presente alla serata anche il Direttore della Galleria degli Uffizi di Firenze Eike Dieter Schmidt, il quale ha ricevuto in dono un quadro di Vertone ed ha molto apprezzato i film lucani. LA STRADA MENO BATTUTA – A CAVALLO SULLA VIA HERCULIA (27 minuti) scritto e diretto da Armando Lostaglio (Produzione FAMILYlifeTv con EquiturismoItalia e CineClub « Vittorio De Sica« ) che ha ottenuto notevoli consensi di critica e di pubblico, dopo la presentazione alla Mostra di Venezia nel 2013.  A seguire, nella serata fiorentina, la proiezione del docufilm SACRA LINFA (75 minuti) in anteprima nazionale: un viaggio intimo fra le bellezze del Vulture nei toni cromatici del rosso dell’aglianico del Vulture, protagonista del film. Il nuovo lavoro del lucano Felice Vino prodotto da Bweb di Gerardo Graziano, interpretato dell’attore tedesco Christopher Hulsen, insieme a Mario Ierace, Erminio Truncellito, Chiara Lostaglio, Luisa Larotonda, Dino Paradiso e Pascal Zullino, con la partecipazione di Antonio Cascarano, Gerardo Giuratrabocchetti, Viviana Malafarina, Carolin Martino (produttori decennali di Aglianico del Vulture), e con gli Hautville Simona Bonavita Francesco Dinnella e Leonardo Nigro. Direttore della fotografia è Alessandro Rufino. Durante la serata l’artista Vittorio Vertone ha realizzato la performance live la cui produzione a fine evento viene donata all’Associazione Culturale lucana di Firenze, per una raccolta fondi a scopo benefico.

Article précédentIl genio di Archimede in mostra a Siracusa
Article suivantLes Rencontres de La Libreria – Sébastien Berlendis – Revenir à Palerme
Armando Lostaglio
ARMANDO LOSTAGLIO iscritto all'Ordine dei Giornalisti di Basilicata; fondatore del CineClub Vittorio De Sica - Cinit nel 1994 con oltre 150 iscritti; promotore di altri cinecircoli Cinit, e di mostre di cinema per scuole, carceri, centri anziani; autore di testi di cinema: Sequenze (La Nuova del Sud, 2006); Schermi Riflessi (EditricErmes, 2011); autore dei docufilm: Albe dentro l'imbrunire (2012); Il genio contro - Guy Debord e il cinema nell'avangardia (2013); La strada meno battura - a cavallo sulla Via Herculia (2014); Il cinema e il Blues (2016); Il cinema e il brigantaggio (2017). Collaboratore di riviste e giornali: La Nuova del Sud, e web Altritaliani (Parigi), Cabiria, Francavillainforma; Tg7 Basilicata.

LAISSER UN COMMENTAIRE

Please enter your comment!
Please enter your name here

La modération des commentaires est activée. Votre commentaire peut prendre un certain temps avant d’apparaître.