La Piazza di Altritaliani: “E tu, cosa sai fare?”

Abbiamo creato una rubrica per te che stai leggendo, uno spazio che dia valore al tuo merito, al tuo “saper fare” e alla tua creatività. Siamo fieri dell’unicità che contraddistingue l’operato artigiano o artistico italiano, in ogni opera si intravedono mille sfaccettature: il sole, l’eco degli avi, il carisma e la voglia di spiccare, ma sopra tutto .. il cuore.

denisebandiera-2.jpg

L’italianità è una sorta di dottrina, si insegna alle genti ad essere orgogliosi del proprio paese, della propria storia e cultura e poi ci sono le “origini italiane”. Se sei italiano e hai viaggiato almeno una volta nella tua vita lo sai di essere particolare, ti senti goffo di fronte all’efficienza dei paesi “ricchi”, ti senti sempre un po’ fuori dal gruppo per quell’irriducibile accento che richiama la semplicità di mani impastate di farina finché camminando non senti un Ciao Ma’ … e una risata un po’ sguaiata. Il tuo volto riflesso in una vetrina sorride e ti rendi conto che sei proprio speciale, sei italiano .. tutte le tue imperfezioni di fronte a un calice di vino rosso e una mano da stringere divengono semplicemente perfette, danzi tra le difficoltà della vita come se nessuno ti stesse guardando. Il mondo ti invidia e neanche te ne accorgi, tanto sei impegnato a colorare il tuo di mondo.

Per questa ragione vogliamo creare una sorta di mercato, “la piazza di Altritaliani”, dove le persone possono dimostrare quello che sanno fare. Sulla scia dell’arte di arrangiarsi, dagli hobby alle professioni vere e proprie. Siete stati costretti a inventarvi un lavoro dal nulla? Forse avete risvegliato doti assopite da anni e magari avete scoperto che nella vita avete fatto troppo spesso delle scelte sbagliate. Vi invitiamo a collaborare con noi e condividere i vostri lavori e la vostra storia.

Che siate un artigiano esperto, un innovatore del vostro settore o semplicemente un amatore orientato alla qualità e originalità, siamo a disposizione per mettere in mostra i vostri prodotti e creazioni.

Ora tocca a te, cosa sai fare?

Puoi contattarci inviando una mail a:

redazione(at)altritaliani.net

valesin.denise(at)gmail.com

Se questo progetto ti piace, grazie di contribuire a fare il passaparola.

Denise Valesin, per Altritaliani

5 Commentaires

  1. La Piazza di Altritaliani: “E tu, cosa sai fare?”
    Buongiorno!
    Scopro con piacere il vostro sito grazie ad una amica, e la vostra splendida iniziativa della « piazza » che, si, puo’ riportare molti di noi all’atmosfera calda e fervente di quelle piccole piazzette di paese, affollate di donne energiche, pratiche, in cerca di cose fresche da far trovare, amorevolmente preparate, sulla tavola ai loro cari.

    Mi sarebbe piaciuto molto mettere il mio banchetto in questa piazza, condividere il mio saper fare, e insieme apprendere e scambiare con gli altri presenti.

    Ho pensato inizialmente, leggendo l’articolo, che la piazza fosse un luogo virtuale, dove scambiare le proprie competenze; ho compreso poi si trattasse di una possibilità di condivisione puntuale, in rapporto ad una produzione artigianale. purtroppo non creo oggetti (mi piacerebbe imparare!) che possano essere esposti: lavoro con le persone, per il ben-essere e lo sviluppo personale.

    Sono una psicoterapeuta, mi sono formata con lo psichiatra americano Jerome Liss al metodo integrato biosistemico (modello di terapia psicocorporea, in continuo sviluppo, parallelamente alle scoperte in campo neuroscientifico e non solo). Ho lavorato a lungo con famiglie e bambini a rischio, seguito un progetto di ricerca, e altre differenti cose.
    Al momento collaboro con l’associazione AGAT a Montreuil e l’Associazione « Espace des Possibles ».

    Faccio un grande in bocca al lupo a questa iniziativa, dalla quale sono certa potro apprendere!
    E spero in nuove occasioni di scambio e crescita reciproci :).

    Loretta

  2. La Piazza di Altritaliani: “E tu, cosa sai fare?”
    Je ne suis pas italienne mais une fidèle lectrice de votre newsletter. J’ ai lu votre article : « E tu, cosa sai fare?  » Et bien moi ce que je sais faire c’est tisser. Je suis libraire de profession, le tissage est une passion.

    La passion des textiles ethniques, de la couleur.
    Je vous donne le nom du blog où je présente ma petite production : un motif à soie

    http://unmotifasoie.blogspot.fr/

    Vous verrez que j’ ai interrompu pendant quelques temps la publication des photos et des articles mais je compte la reprendre ayant beaucoup de pièces à montrer.
    J’ espère que vous prendrez le temps de regarder mon travail. Je vous en remercie à l’ avance. Sincères salutations.

    • La Piazza di Altritaliani: “E tu, cosa sai fare?”
      Merci Sandra de nous suivre et pour votre message très sympathique. C’est beau ce que vous faites! Un vrai savoir-faire.

      Vous auriez été un bon profil à présenter dans notre rubrique si vous aviez été italienne et aviez fait de votre passion un métier.

      Nous devons toutefois nous concentrer sur notre projet mais merci de nous avoir fait découvrir votre travail.

  3. La Piazza di Altritaliani: “E tu, cosa sai fare?”
    Sono una vostra lettrice assidua. Mi piace lo stile indipendente dei vostri contributi. Purtroppo nn sono esperta in qualche espressione ed arte creativa ma mi fa piacere dare un segnale di appoggio o di approvazione per questo progetto. È bello sapere di potersi esprimere tra persone che lo apprezzano, a prescindere.

    • La Piazza di Altritaliani: “E tu, cosa sai fare?”
      Grazie Loredana del tuo apprezzamento, fa comunque piacere sapere di essere seguiti e condivido la tua idea sull’importanza del sapersi esprimere.

LAISSER UN COMMENTAIRE

Please enter your comment!
Please enter your name here