La Naïve, una storia tragicomica sull’amore. La fiducia sbarca a Montreuil

lanaive.jpg“È urgente il bisogno di ridere. È vitale quello di sognare”. Sembra uno slogan e in effetti lo è, anzi è il pensiero di questa piccola compagnia teatrale multietnica che recita in francese e gira la Francia con il suo Carrozzone Teatro, con le sue storie che affondano le mani nella commedia dell’arte, nell’amore per De Filippo ed è inondata di voglia di raccontare storie che facciano ridere e sognare il maggior pubblico possibile.

Carrozzone Teatro è una compagnia di ragazzi, italiani, spagnoli e francesi, che recita in francese e ha già dato mostra del suo talento in giro per Francia, Spagna e Italia, forte in più, di diverse partecipazioni al Festival di Avignone (dove sarà anche quest’anno), una delle più grandi rassegne teatrali d’Europa. Li avevamo lasciati impegnati con due spettacoli, ovvero “Mon Serviteur” e con “Teresina”, con cui sono ancora in giro per teatri off e non solo, e li ritroviamo con un altro testo scritto da uno dei due fondatori della compagnia, Fabio Marra (l’altra è Sonia Palau) intitolato La Naïve che sarà in scena sabato 8 maggio dalle 20.30 e l’11 giugno in uno dei teatri più interessanti di Parigi, il Théâtre de la Girandole (4 rue Edouard Vaillant) di Montreuil.

La storia non poteva che essere ambientata a Napoli, la Napoli dell’amato De Filippo (da poco sdoganato anche in Francia) e si svolge in un appartamento nel pieno del centro storico della città partenopea. Anna, la protagonista, è una sarta e col suo mestiere porta avanti la famiglia composta dal marito Federico e dal padre Gennaro un anziano signore che fa di tutto per rendere la vita del genero infernale, inventandosi ogni giorno qualcosa per dargli fastidio. Alla famiglia si aggiungeranno anche suo fratello Stefano e sua moglie Sofia che, nel frattempo, sono stati cacciati dalla loro casa e si ritrovano senza lavoro. Come se non bastasse Anna scopre che suo marito la tradisce e si rivolge alla sua vicina di casa Caterina, una donna libera e indipendente. Anna trova nell’amore che continua a provare per Federico la forza per ricostruire il loro rapporto; questa forza le viene soprattutto da un bambino, quello che porta in grembo e di cui nessuno conosce l’esistenza.

Una commedia, quella di Fabio Marra che unisce il comico al tragico, ma che non smette mai di basarsi sulla fiducia e l’amore, due sentimenti che non sempre si conciliano alla perfezione. Anna è una donna forte, è « la » donna forte, colei che porta avanti la famiglia ed è una donna sensibile che ha fiducia nel prossimo, “cosa rara ai giorni d’oggi” dice il regista. Il contrario di Federico insomma, ma a metterci della comicità c’è Gennaro, il padre, che utilizza Federico e Stefano come spalle comiche.

Francesco Raiola

Auteur : Fabio Marra

Mise en scène : Fabio Marra, Sonia Palau

Les comédiens :

Sonia Palau ………… Anna

Paolo Crocco ………… Federico

Fabio Marra ………… Monsieur Gennaro

Renaud Gillier………… Stefano

Manuela Mirabile…… Sofia

Selin Oktay ………… Caterina