Altritaliani
Home > ARCHIVIO > ARCHIVIO

ARCHIVIO

In questa sezione del sito troverete gli articoli precedentemente pubblicati nelle rubriche: EDITORIALI - THEMI E IDEE - IL MENSILE - Café des Italiens - LE GOÜT DES AUTRES - IN VIDEO VERITAS.


Articoli di questa rubrica


Siamo italiani, ma a volte no (Archivio Editoriali: Punto, due punti... e punto e virgola!)

sabato 6 agosto 2016 di Arabis
Siamo italiani, ma a volte no (c’est-à-dire : Soyons italiens, mais parfois non ; ou même : Nous sommes italiens, mais parfois non) Il mio amico Nicola dice : siamo (congiuntivo imperativo) gli Altri italiani. Ed io bisbiglio: la A maiuscola, però, e la i piccola. Pure, un lieve disagio (...)


EccessO di velocità

Velocità e lentezza, un binòmio. Come imparare a rispettare i tempi propri e altrui? (EccessO di velocità)

sabato 9 luglio 2016 di Felicia Tafuri
Puff Puff... anf... whew... [1] Da sempre c’è la tendenza ad assegnare alla velocità una posizione dominante rispetto alla lentezza eppure, fiabe popolari e leggende sin dalla antichità hanno inneggiato alle virtù della riflessione. Oltre ad arrivare al traguardo esiste un percorso da fare che (...)


Sei scenette napoletane (Archivio Editoriali: Punto, due punti... e punto e virgola!)

domenica 16 agosto 2015 di Arabis

(… di cui son stato testimone l’estate scorsa, e che travaso adesso dal mio taccuino, per sorridere, ridere, pensare magari, ma senza aggiunger altro…)



Gondole e Gargano (Archivio Editoriali: Punto, due punti... e punto e virgola!)

lunedì 10 agosto 2015 di Giuseppe A. Samonà
Forse è l’acqua. Nostalgie de la mère (saggezza di veterinario). La mère. La mer. Il mare. La nostalgia mi possiede da prima che il tempo, dilatandosi, le creasse uno spazio. Potrei non averne per l’Italia? Eppure non è di quella imparata sui banchi di scuola che io sono nostalgico, non di quella (...)


Unità d’Italia e letteratura: la “secessione” degli scrittori siciliani. (Archivio - 150 - Le parole che hanno fatto l’Italia.)

sabato 14 giugno 2014 di Giovanni Capecchi

Da Giovanni Verga a Federico De Roberto, da Luigi Pirandello a Leonardo Sciascia e a Giuseppe Tomasi di Lampedusa, da Vincenzo Consolo ad Andrea Camilleri: l’Italia unita e gli esiti del Risorgimento visti e criticati dal Sud.



Il mensile Boccaccio 700

Boccaccio e le “conclusioni” del Decameron (Boccaccio 700)

giovedì 13 marzo 2014 di Luigi Surdich

Con questo intervento si conclude il “mensile” che Altritaliani ha voluto dedicare a Boccaccio nel 700esimo anniversario della nascita. Luigi Surdich, docente di Letteratura Italiana presso l’Università di Genova, è uno dei più importanti studiosi di Boccaccio, autore, tra l’altro, dei volumi «Boccaccio» (Laterza 2001) e «Boccaccio - Profili di storia letteraria» (Il Mulino 2008).



Il mensile Boccaccio 700

Il dono della sposa. Boccaccio, Botticelli e la pittura del Quattrocento. (Boccaccio 700)

domenica 16 febbraio 2014 di Anna Maria Panzera
Il più ricco e il più scaltro dei matrimoni ai giorni nostri impallidirebbe di fronte a quelli predisposti dalle famiglie patrizie della Firenze rinascimentale. Il matrimonio nel Rinascimento è cosa pubblica e sancisce un accordo sostanzialmente economico; abboccamenti, fidantie e subarratio (...)


Il mensile Boccaccio 700

Nastagio degli Onesti e l’exemplum della caccia infernale (Boccaccio 700)

Dagli amori tragici agli amori felici
domenica 16 febbraio 2014 di Floriana Calitti
Arrivano diritte al punto le parole, quasi di rimprovero, mosse da Fiammetta regina della Quinta giornata del Decameron a Filostrato, re della Quarta giornata, le cui novelle avevano così tanto “contristato” i giovani cuori delle donne che, nel momento in cui sulla sua testa il re della giornata (...)


Il punto di Nora

Da Dudù a Giggi (Archivio Editoriali: Il punto di Nora)

giovedì 13 febbraio 2014 di Eleonora Puntillo
Non era ancora cessata l’eco della fondamentale affermazione di Berlusconi sulla bellezza dell’amare i cani, frutto della contagiosa passione della giovane fidanzata per Dudù, barboncino bianco ormai immancabile nelle foto, quando il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris detto anche Giggì, ha (...)


Le cose e le parole del mondo nel Decameron. Con Amedeo Quondam. (Boccaccio 700)

giovedì 6 febbraio 2014 di Floriana Calitti
Siamo alla nostra intervista conclusiva, a chiudere il cerchio (e pour cause) con Amedeo Quondam per il quale ci asteniamo da dover aggiungere etichette, ruoli e curriculum ma che in questa sede ha accettato gentilmente di rispondere ad alcune nostre domande come curatore della nuova edizione (...)


Home | Contatti | Mappa del sito | | Statistiche del sito | Visitatori : 3805737

Monitorare l’attività del sito it  Monitorare l’attività del sito ARCHIVIO   ?

Sito realizzato con SPIP 3.0.21 + AHUNTSIC

-->