Altritaliani
Dal 6 al 16 settembre

Malazé 2014, per valorizzare le eccellenze del territorio flegreo.

martedì 24 giugno 2014 di Mario Carillo

Malazé, IX edizione, una rassegna annuale - con molte proposte turistico-culturali - volta a valorizzare e diffondere il patrimonio artistico, archeologico e ambientale del territorio dei Campi Flegrei nel napoletano, insieme con l’enogastronomia locale. Un esempio anche di impegno e di “best practice” da seguire.

L’itinerario EnoArcheoGastronomico dei Campi Flegrei, Malazè, giunto alla nona edizione ideato da Rosario Mattera, presentato sulle terrazze dell’elegante albergo-ristorante Cala Moresco a picco sul lago e porto militare di Misenum, citato da Virgilio che ricorda il Miseno trombettiere di Enea, prevede oltre cento iniziative per scoprire un territorio ricco di bellezze artistiche, paesaggistiche, mitologiche oltre che di antichi, genuini sapori.

“L’idea Malazè, termine di origine araba che indica le grotte dove sono conservati gli attrezzi di pesca, si svilupperà dal 6 al 16 settembre in rinomati ristoranti nei pressi di siti archeologici con tour nelle cantine e cene nelle vigne dei comuni di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto, Procida e Napoli dove si potranno gustare ricette dei famosi banchetti luculliani a base di pesce e grandi vini, dal nettare ardente, dovuto ai terreni ricchi di ceneri e lapilli.

“Tra gli eventi, “A cena con il commissario Ricciardi” con piatti anni ’30 e performance teatrale con lo scrittore Maurizio De Giovanni; “Phlegraios – l’ultimo segreto di San Paolo”; “Le onde della legalità”, escursione in barca confiscata alla camorra; “La cena della piccola pesca flegrea”; “VI Simposio dell’Ozio Creativo”; “Il piedirosso che non ti aspetti”; “La Grande Abbuffata” concorso di cortometraggi nelle Cantine Astroni; ”La cucina dei Semplici” con raccolta di fondi per ragazzi disabili dell’Associazione “La Bottega dei Semplici pensieri”.

““Soprattutto in un momento di difficoltà finanziarie degli enti locali – ha dichiarato il vulcanico Mattera, durante la tavola rotonda: i “buoni” della Campania - è la dimostrazione che si possono progettare e portare avanti delle iniziative di sviluppo del territorio senza pensare solo ai grandi progetti, ma pensando, pur essendo piccoli, a grandi cose. Oggi più che mai il sogno del distretto culturale dei Campi Flegrei non è più una remota possibilità, ma una grande opportunità che questo territorio si sta costruendo grazie alla volontà e alla crescita delle tante, imprese, associazioni e cooperative”.

Al meeting seguito da conferenza stampa, hanno raccontato la loro storia e la passione per la cucina, intervistati dalla giornalista Santa di Salvo, i testimonial di quest’edizione che ricorda il grand tour di ricchi notabili: Rosanna Marziale, stella Michelin che a soli 16 anni con la perdita del genitore, noto ristoratore con pranzi preparati per eventi nella Reggia di Caserta, si trova ad affrontare con la madre casalinga e il fratello studente, la gestione del ristorante La bomboniera, cambiato nell’attuale Le Colonne di Caserta, riscuotendo grande e meritato successo. Marianna Vitale con laurea in lingue, spronata dal compagno che conosce le qualità della partner decide di aprire il ristorante Sud di Quarto, diventando un’apprezzata e stimata chef; Gino Sorbillo, sin da piccolo nella storica pizzeria dei nonni in Via Tribunali, divenuto un apprezzato imprenditore con l’apertura di altri locali; Manuel Lombardi, giovane titolare dell’Agriturismo “Le Campestre” di Castel di Sasso.

.

“Alla fine della serata, presenti banchetti Slow Food, Slow Wine, Associazione Sommelier una ricca degustazione di prodotti tipici preparati da ristoratori locali. Oltre centocinquanta gli addetti ai lavori, giornalisti, blogger ai quali l’organizzazione non è riuscita a negare la partecipazione visto l’interesse che in questi anni si è conquistato Malazè.

JPEG - 65.1 Kb
Malazé, collage PicMonkey

Mario Carillo


Home | Contatti | Mappa del sito | | Statistiche del sito | Visitatori : 523 / 3993855

Monitorare l’attività del sito it  Monitorare l’attività del sito culture et CULTURE  Monitorare l’attività del sito Gastronomie et régions   ?

Sito realizzato con SPIP 3.0.21 + AHUNTSIC

-->