Altritaliani
Presentazione

EccessO di velocità: il nuovo mensile Altritaliani

sabato 6 ottobre 2012 di La Redazione

Questo MENSILE è in ritardo....siamo in fretta...forse no?! Fermiamoci un attimo...ma no, siamo in ritardo? Presto, PRESTO! Attento, andiamo troppo veloci...rischiamo di sbandare......AHHHH!!! Il muro! Il muro? Eh, un momento?! FERMI TUTTI. Noooo, sono mesi che il mensile non esce, abbiamo pensato anche troppo, forza, riprendiamo a correre.... Basta!!! Ci sono dei limiti e questo è un EccessO di velocita!

°°°

“A volte bisogna tacere per ascoltare la musica nel rumore della pioggia che cade.”

Theo Anghelopoulos

°°°

Hâte-toi! “Il est grand temps de rallumer les étoiles.”

Guillaume Apollinaire

°°°

Le travail doit être maudit, comme l’enseignent les légendes sur le paradis, tandis que la paresse doit être le but essentiel de l’homme. Mais c’est l’inverse qui s’est produit. C’est cette inversion que je voudrais tirer au clair.

Kazimir Malevitch (la paresse comme vérité effective de l’homme)

°°°

.... Noi affermiamo che la magnificenza del mondo si è arricchita di una bellezza nuova; la bellezza della velocità. Un automobile da corsa col suo cofano adorno di grossi tubi simili a serpenti dall’alito esplosivo... un automobile ruggente, che sembra correre sulla mitraglia, è più bello della Vittoria di Samotracia.

JPEG - 136.7 Kb
dinamismo di un cane al guinzaglio - Giacomo Balla

.... Noi siamo sul promontorio estremo dei secoli!... Perché dovremmo guardarci alle spalle, se vogliamo sfondare le misteriose porte dell’impossibile? Il Tempo e lo Spazio morirono ieri. Noi viviamo già nell’assoluto, poiché abbiamo già creata l’eterna velocità onnipresente.

Filippo Tommaso Marinetti - Manifesto del Futurismo - Le Figaro - 20 febbraio 1909

°°°

Chi vuole evitare i clichés, non deve limitarsi alle singole parole, se non vuole cadere nella civetteria volgare. La grande prosa francese del secolo decimonono era particolarmente sensibile a questo pericolo. La parola singola di rado è banale: anche nella musica il singolo suono non si presta al commercio al minuto. I clichés più detestabili sono combinazioni di parole del genere di quelle infilzate da Karl Kraus: chiaro e tondo, ora e sempre, per la vita e per la morte.
Theodor W. Adorno, Minima Moralia – p. 91 (nella traduzione di Renato Solmi)

°°°

IL CRASH DEL CONCORDE

°°°

Intervista da “ Dialoghi” di Paul Valery da cui nella seconda edizione la celebre frase d’inizio: “Questo libro è figlio della fretta”.

«– Vuole dire che più si trova, più si cerca; e che più si cerca, più si trova?
- Esatto. Certe volte mi sembra che fra la ricerca e la scoperta si sia formata una relazione paragonabile a quella che i stabilisce fra la droga e l’intossicato.
– Molto curioso. E allora tutta la trasformazione moderna del mondo…
– Ne è il risultato; e ne rappresenta, del resto, un altro aspetto … Velocità. Abusi sensoriali. Luci eccessive. Bisogno dell’incoerenza. Mobilità. Gusto del sempre più grande. Automatismo del sempre più “avanzato”, che si manifesta in politica, in arte, e … nei costumi».

°°°

Ma façon de prier, de méditer? Je contemple une rose, je compte les étoiles, je m’émerveille des beautés de la création, de la perfection de son agencement, de l’homme, la plus belle œuvre du Créateur, de son cerveau assoiffé de connaissance, de son cœur assoiffé d’amour, de ses sens, tous ses sens, éveillés ou comblés.

Amin Maalouf

°°°

Chi va piano va sano e va lontano.

.

°°°

«La calma nell’azione. Come una cascata diventa nella caduta più lenta e sospesa, così il grande uomo d’azione suole agire con più calma di quanto il suo impetuoso desiderio facesse prevedere prima dell’azione.»

(Fredrich Nietzsche, Umano, troppo umano, I)

°°°

Soffici spiegava: “Cominciamo col dire che le misure stesse sulle quali si ordinano le sensazioni e i pensieri - lo spazio e il tempo - si trovano per noi consapevolmente alterate. Lo sviluppo formidabile della velocità negli spostamenti da un punto all’altro della terra e dell’aria ha prodotto un tale effetto; ed è un fatto che, per chi corre o vola fulmineamente in automobile o in aeroplano, la sua nozione delle distanze e della durata differisce molto da quella che potevano averne gli uomini del passato. Dal che deriva che le stesse dimensioni del globo, stabilite - psicologicamente - sulla lunghezza dello sforzo necessario a misurarne l’estensione, si trovano oggi ridotte in modo considerevole; e ciò non senza una correzione sensibile delle idee fondamentali relative al mondo; e persino dei concetti della metafisica”.

(In "Archivi del futurismo", cit. vol. I, p. 582).

°°°

LAVORARE CON LENTEZZA, DI ENZO DEL RE (cantautore pugliese)

***

Ô Paresse, mère des arts et des nobles vertus, sois le baume des angoisses humaines !

Le Droit à la paresse, Paul Lafargue

***

Tragici e profeti non immaginavano quanto tragico umano e cosmico avrebbe potuto un giorno essere significato da qualche tronco d’albero abbattuto elettricamente per ordine di un assessore comunale, per fare posto a delle automobili.

G. Ceronetti

°°°

LUCIO DALLA CANTA NUVOLARI

°°°

Cose da grandi
Eravamo forse troppo piccoli
e gli occhi – si sa -
crescono coi denti aguzzi
della fame.
Poi non la smettono più
di mordere
lacrime.

Da « Dimentico sempre di dare l’acqua ai sogni – di Francesca Pellegrino

°°°

La rapidité est sublime, et la lenteur majestueuse

Antoine de Rivarol

°°°

°°°

Partecipate al mensile, scriveteci in fretta ma riflettete lentamente! Il forum è aperto. Cliccate qui sotto su "rispondere all’articolo"


ALTRI CONTRIBUTI AL MENSILE ALTRITALIANI DEDICATO AL TEMA "ECCESSO DI VELOCITA"