Altritaliani
Al bivio dello Stilnovismo e alle radici della lingua italiana

“L’Ombra di Cavalcanti e Dante”, incontro con Noemi Ghetti [video]

Incontro parigino in video
giovedì 21 giugno 2012 di La Redazione, Noemi Ghetti

Altritaliani pubblica con piacere il video realizzato in occasione della presentazione parigina del libro di Noemi Ghetti «L’Ombra di Cavalcanti e Dante», un incontro che si è svolto alla Maison d’Italie a Parigi, il 14 maggio 2012, a cura di Acuto e Società Dante Alighieri.

In “L’Ombra di Cavalcanti e Dante” di Noemi Ghetti, il confronto col pensiero classico e cristiano, dagli averroisti dello Studio di Parigi alla sanguinosa dialettica poetica e umana tra due amici e rivali, in tutte le sue tappe. Un libro sulla sfida tra due grandi del Duecento e il legame con i poeti siciliani e provenzali.
(L’Asino d’oro edizioni).

Intervengono con l’autrice Jean-Charles Vegliante, professore all’Università Sorbonne Nouvelle Paris III, autore della traduzione francese in versi della “Commedia” e della “Vita nova”, Michele Canonica, Presidente del Comitato di Parigi della Dante Alighieri, Beatrice Biagini, Presidente di Acuto.
L’evento, organizzato con il patrocinio del Consolato Generale d’Italia a Parigi, e in partenariato con la redazione del giornale Altritaliani.net e La Libreria a Parigi prevede una lettura musicale dell’attrice Valentina Bardi accompagnata da Marika Lombardi, oboista italiana che vive e lavora a Parigi.

A partire dall’esito della crociata contro gli Albigesi, che disperse l’esperienza trobadorica, e dalla ricerca svolta nello Studio parigino dai filosofi averroisti Sigeri di Brabante e Boezio di Dacia, le cui rivoluzionarie tesi sulla mortalità dell’anima individuale e sull’eternità del mondo furono apprese dai poeti stilnovisti Guinizzelli, Cavalcanti e dal giovane Dante nello Studio bolognese, l’autrice delinea il drammatico scontro tra l’autore del “poema sacro” e Guido Cavalcanti, maestro e “primo amico”. Oggetto del dissidio è la conversione dall’amore carnale all’amore spirituale, dalla poesia che ha come fonte di ispirazione e destinataria la donna, alla poesia morale della Divina commedia, grande poema cristiano ispirato da Dio per il riscatto dell’umanità dal peccato.
Indagando sulla duplice sfida, linguistica e filosofica, tra Dante e Cavalcanti, Noemi Ghetti dipana con il ritmo di un’inchiesta la sanguinosa dialettica poetica e umana tra due amici e rivali, in tutte le sue tappe. Un confronto che si tramuterà in scontro mortale sui fondamenti del pensiero classico e cristiano.
In “L’ombra di Cavalcanti e Dante” l’intento di liberare le parole-chiave della lirica d’amore delle origini da significati spirituali con cui ci sono pervenute, e di restituire al lettore il suono e il senso con cui sono nate, è supportato da un prezioso lavoro d’analisi e confronto integrale dei testi cavalcantiani e danteschi. Operazione, afferma nella premessa Roberto Antonelli, che fa di questo volume, arricchito da una preziosa antologia di poesie e scritto “con modalità e stile sempre coinvolgenti”, uno strumento indispensabile per comprendere quanto il dibattito filosofico e poetico duecentesco sulla visione della donna e sul rapporto tra religione e ragione, abbia influito sulla cultura attuale.

COLLEGATO AL TEMA, L’ARTICOLO DI NOEMI GHETTI per Altritaliani: DANTE, PADRE DELLA LINGUA ITALIANA?


Home | Contatti | Mappa del sito | | Statistiche del sito | Visitatori : 662 / 3862428

Monitorare l’attività del sito it  Monitorare l’attività del sito culture et CULTURE  Monitorare l’attività del sito Letteratura - lingua - libri   ?

Sito realizzato con SPIP 3.0.21 + AHUNTSIC

-->